Classifica Libri - Agosto 2010

Agosto 2010 - Appena uscito nelle librerie il romanzo scritto a quattro mani da Carlo Lucarelli e Andrea Camilleri è entrato subito nella classifica dei libri più venduti e riesce ancora a mantenere la sua posizione. Si tratta di "Acqua in bocca" (Minimum Fax editore) in cui i personaggi più conosciuti di questi scrittori gialli, il commissario Montalbano e l’ispettrice Grazia Neri, si trovano a dover collaborare tra di loro. Il caso è quello di un uomo che è stato trovato morto con un pesce rosso in bocca. Rimane in classifica anche il romanzo di Andrea Camilleri dal titolo "La caccia al tesoro" (Sellerio editore) in cui il commissario Montalbano si trova alle prese con una caccia al tesoro vera e propria fatta di macabre bambole gonfiabili e lettere minatorie. Mistero ed ironia si fondono in questo romanzo proprio come accadeva nelle prime opere di Camilleri.

Il prestigioso Premio Strega riesce ancora a distanza di tempo a far sentire la sua influenza. Troviamo ancora in classifica infatti il vincitore di questa edizione 2010 del Premio Strega Antonio Pennacchi con "Canale Mussolini" (Mondadori editore). Questa è la storia della famiglia Peruzzi che si trasferisce nell’Agro Pontino. Questo territorio ha subito una bonifica grazie al Canale Mussolini e ora finalmente le condizioni di vita possono dirsi migliorate. Il lavoro nei campi si intreccia ai campi di guerra e su questo sfondo si stagliano le voci delle donne della famiglia. Troviamo anche Silvia Avallone con "Acciaio" (Rizzoli editore), secondo posto all’edizione 2010 del Premio Strega, che racconta le vicende di Francesca e Anna, due ragazze adolescenti che vivono in condizioni familiari non troppo felici. Le due ragazze stanno crescendo e dovranno fare i conti con i primi amori e con le prime delusioni.

Anche "L’ultima riga delle favole" di Massimo Gramellini (Longanesi editore) mantiene la sua posizione in classifica. Un giovane professore innamorato ma con la paura dell’amore è il protagonista di questo straordinario romanzo. Il professore si ritroverà ben presto alle Terme dell’Anima dove finiscono tutti coloro che a causa della paura non hanno il coraggio di assumersi le proprie responsabilità. "Un giorno" di David Nicholls (Neri Pozza editore) è la storia di Emma e Dexter due giovani ragazzi appena laureati che passano una notte d’amore insieme ma che sanno di doversi dire subito addio perchè le strade che dovranno percorrere sono opposte l’una all’altra. Eppure ogni anno per ben venti anni nello stesso giorno del loro incontro i due giovani si terranno in contatto.

Sono ben tre invece i titoli che tornano in classifica dopo una breve assenza. "La solitudine dei numeri primi" di Paolo Giordano (Mondadori editore) è la storia di Alice e Mattia uniti eppure divisi in modo irrimediabile proprio come quei numeri che i matematici chiamano "primi gemelli". Alice e Mattia hanno entrambi vissuto esperienze durante la loro infanzia che li hanno segnati per sempre. La raccolta di racconti dal titolo "Non esiste saggezza" di Gianrico Carofiglio (Rizzoli editore) vede come protagonisti dei personaggi davvero molto semplici ma che sono alle prese con paure ed ombre complicate e difficili da risolvere, le stesse paure e le stesse ombre con cui ognuno di noi è costretto ogni giorno a fare i conti. "Marina" di Carlos Ruiz Zafon (Mondadori editore) è la storia del giovane e curioso Oscar. La sua curiosità lo porta a conoscere Marina e da lì la sua vita e quella della famiglia di lei si intrecciano in modo irrimediabile. Insieme i due giovani cercano di scoprire un fitto mistero ma anche Marina ha un segreto incoffessabile.

Solo un nuovo titolo entra nella classifica dei libri più venduti di questo mese. Si tratta di "Incubo bianco" di Lars Rambe uscito nelle librerie italiane alla fine del mese di luglio. Siamo a Strängnäs nel gennaio del 1965. Mentre una violenta bufera di neve imperversa sulla cittadina, un uomo e una donna vengono uccisi in modo feroce. Lui è un paziente fuggito dall’ospedale psichiatrico mentre lei è la ragazza più bella della città ma il caso viene chiuso senza aver trovato un colpevole. Dopo ben 40 anni, un giornalista arriva in questa cittadina per fare un’inchiesta proprio sull’ospedale psichiatrico e i suoi articoli riaprono il caso. Sono molte le verità che sono state nascoste e l’incubo sembra essere pronto ad accendersi di nuovo.

Lascia un commento