Classifica Libri – Dicembre 2017

Quello di Donato Carrisi è un ritorno che lascia il segno: pubblicato da Longanesi da poche settimane “L’uomo del labirinto” è nella classifica dei libri più venduti a Dicembre 2017. Come per “Il suggeritore”, “Il tribunale delle anime”, “L’ipotesi del male”, “La ragazza nella nebbia” e “Il maestro delle ombre”, anche in questo caso la storia è di quelle che tiene attaccati alle pagine: la caccia grossa al mostro è iniziata, una delle sue vittime è riuscita a fuggire dopo una reclusione che sembrava non finire mai: sulle tracce dell’uomo del labirinto c’è il dottor Green, un profiler tra i più quotati ma anche Bruno Genko, un investigatore privato con un talento fuori dal comune, con i giorni contati e con un caso ancora da chiudere.

Tra le migliori novità in libreria questo mese anche Fabio Volo con “Quando tutto inizia”. Come per “Il giorno in più”, “Il tempo che vorrei”, “È una vita che ti aspetto” ed “È tutta vita”, anche stavolta è subito un grande successo: non serve la grande letteratura, bastano le storie vere, la vita di tutti i giorni per far breccia nel cuore dei lettori. Soprattutto basta quell’amore tra Silvia e Gabriele, un amore a tempo, precario, provvisorio, clandestino, indimenticabile.

Sul podio anche Dan Brown che con “Origin” riconferma tutto il suo talento: come già ci aveva mostrato nel “Codice da Vinci”, in “Angeli e Demoni” e in “Inferno”, riesce a intrecciare abilmente scienza e mistero, antiche ricerche storiche, fughe mozzafiato e simboli enigmatici, in un’avventura che è sicuramente la scelta più adatta per ravvivare le giornate invernali. Complice di questo successo anche Robert Langdon, il prof. di iconologia di Harvard che stavolta si aggira per la Spagna e per l’Europa, alla ricerca di una scoperta così sconvolgente da cambiare il corso del mondo.

“Chiunque tu sia.
In qualunque cosa tu creda.
Tutto sta per cambiare”.

Le storie di Isabel Allende, invece, riescono sempre a toccare la sensibilità dei lettori facendo risuonare note armoniose e non in intrecci di grande attualità. In “Oltre l’inverno” l’autrice de “La casa degli spiriti” ci pone di fronte a tematiche di stringente attualità come la fuga dalla guerra e dai conflitti politici, i fantasmi della solitudine, il mistero di una morte inspiegabile e la forza di rimanere, nonostante tutto, nonostante il pericolo incombente di una improvvisa tempesta di neve, saldamente attaccati alla vita.

Molto apprezzato anche “Le tre del mattino”, Gianrico Carofiglio sveste i panni del magistrato-scrittore per assumere una nuova, intrigante veste di romanziere a tutto tondo. Dopo “Il bordo vertiginoso delle cose”, “L’arte del dubbio”, “Una mutevole verità” e “L’estate fredda” ci regala un romanzo di formazione commovente, un viaggio alla ricerca se stessi, dove un padre e un figlio impareranno a conoscersi e a superare i pregiudizi che fino a quel momento avevano nutrito l’uno per l’altro

"anch’io applaudii e continuai a farlo finché non fui sicuro che mi avesse visto, perché cominciavo a capire che esistono gli equivoci e non volevo che ce ne fossero in quel momento"

Tra i libri più venduti di Dicembre 2017 anche “Macerie Prime” di Zerocalcare. L’autore de “La profezia dell’armadillo”, “Un polpo alla gola”, “Dodici” e “Dimentica il mio nome”, torna in libreria con un fumetto che, per la grande universalità dei concetti sottesi, assume tutti i tratti di un romanzo corale.
Una storia, anche questa, molto contemporanea, dove emerge un contrasto con gli amici di sempre e di sensi di colpa, dubbi e incapacità di mantenere le promesse ce ne sono a profusione: chi l’avrbbe detto che Cinghiale avrebbe abbandonato la vita da playboy e si sarebbe sposato? E che fine faranno Katja e Deprecabile che si trovano a riflettere su una relazione che ormai sembra non andare più da nessuna parte?

Il giallo è un colore che i lettori vestono volentieri anche a Natale: anche quest’anno è molto apprezzata la scelta di Sellerio di regalare una raccolta di racconti delle migliori firme italiane e straniere del genere: “Un anno in giallo” mette insieme una storia per ogni mese dell’anno e i protagonisti sono, come al solito, investigatori d’eccezione, ritroviamo infatti Montalbano (Camilleri), il vicequestore Schiavone (Manzini), l’ispettrice Petra Delicado (Alicia Giménez-Bartlett), i sicilianissimi Saverio Lamanna (Gaetano Savatteri) e Lorenzo La Marca (Santo Piazzese) il biblioterapeuta Vince Corso (Fabio Stassi) e lo sceneggiatore televisivo Carlo Monterossi (Alessandro Robecchi), insieme a tanti altri.

"La nuova scuola del giallo italiano è targata Sellerio. Non è nata sotto un cavolo. Ha alle spalle la tradizione di Sciascia e Camilleri, e il gusto infallibile di Elvira Sellerio che sapeva che per dare disciplina a scrittori massimamente indisciplinati come gli scrittori italiani non c’era struttura migliore di quella, solidissima ma elasticissima, del noir" (Antonio D’Orrico, La Lettura-Corriere della Sera)

In un periodo pieno di tavole imbandite e di grande abbuffate non poteva che incuriosire e divertire il nuovo romanzo di Antonio Albanese, “Lenticchie alla julienne”, subito entrato nella classifica dei libri più venduti del mese. Albanese, che da sempre racconta in chiave comica la realtà che ci circonda ha deciso di mettere nero su bianco vita, ricette e show coocking di Alain Tonné, il personaggio che fa il verso allo strapotere mediatico e sociale degli chef stellati.

“Alain è stato la stella polare della mia ricerca” (Massimo Bottura)

Gli amanti dei gialli e delle storie a tinte forti, intrise di misteri e profumate di Mediterraneo hanno scelto Maurizio De Giovanni per le loro letture sotto l’albero. “Souvenir per i bastardi di Pizzofalcone”, incrocia presente e passato, indagini e suggestioni cinematografiche, ricordi personali e vecchi amori. Questo romanzo, soprattutto porta fa, per la prima volta, uscire i Bastardi dalla loro città immaginaria, portandoli a Sorrento, a gettare uno sguardo malinconico sulla vita che passa e sugli ultimi sprazzi di lucidità di una anziana stella del cinema che da quarant’anni custodisce un pesante segreto.

Chiude il cerchio dei libri più venduti a Dicembre 2017 Alessandro D’Avenia che nel suo ultimo romanzo ha scelto di fondere racconto e indagine letteraria, esegesi del mito e domande esistenziali alle quali sceglie di rispondere ricorrendo alla potenza esemplare di grandi storie d’amore.
Dopo “Ciò che inferno non è”, “Bianca come il latte, rossa come il sangue” e “L’arte di essere fragili”, il Prof 2.0, idolo di tanti adolescenti, in “Ogni storia è una storia d’amore”, osserva le compagne meno celebri di grandi scrittori, di artisti, pittori, registi. Interroga queste donne straordinarie, sonda le loro inquietudini, scruta le loro frustrazioni; poi rivolge lo sguardo all’archetipo di ogni storia d’amore: quella di Euridice e Orfeo, per mostrare che questo sentimento può essere vissuto a pieno solo se si riconoscono anche i poli opposti - l’egoismo e l’annullamento di sé - in cui può degenerare.

Lascia un commento