Classifica Libri – Febbraio 2018

Nella classifica dei libri di Febbraio 2018 troviamo molte sorprese e molte novità: alcuni tra i titoli preferiti dai lettori negli ultimi lasciano il posto a volumi che hanno suscitato l’interesse dei lettori grazie al cinema o al famigerato appuntamento del 4 Marzo con le elezioni politiche.

Tra i libri più venduti del mese che si sta per chiudere c’è “Il morso della reclusa”, il nuovo romanzo di Fred Vargas: attesissima dai lettori italiani questa regina del giallo è tornata in libreria con Il morso della reclusa. Dopo “Scorre la Senna”, “L’uomo dei cerchi azzurri”, “Io sono il tenebroso” e “La cavalcata dei morti” la scrittrice francese torna con un’altra indagine del commissario Adamsberg: il caso sempre presto risolto, resta da capire, però, perché nel sud della Francia ci sono tre vecchietti tramortiti dal morso di misterioso ragno.

Grazie alla candidatura a 4 premi oscar dell’omonimo film di Luca Guadagnino, che ha riscosso grande apprezzamento al botteghino anche dal pubblico italiano, è entrato in tutte le classifiche dei libri più venduti “Chiamami col tuo nome” di André Aciman.
La storia, anche per l’interesse che il film ha suscitato nella stampa, è nota: Oliver, il giovane americano giunto in Italia per conoscerne le bellezze e la cultura, con la sua avvenenza e ai suoi modi sfacciati, affascina Elio, il giovane figlio del professore che lo ha accolto.
Tra il libro e il film c’è più di una differenza, non solo il finale ma anche il modo di narrare l’erotismo, la seduzione, il desiderio. In entrambi i casi, però, ci troviamo di fronte a una storia che racconta la sincerità e l’autenticità del primo amore, un sentimento spesso destinato a rimanere insuperato, che in questa storia si fa paradiso scoperto e velocemente perduto, che nel suo consumarsi invita a riflettere sul tempo che passa e sulla natura stessa del desiderio con una delicatezza garbata e inattuale e, per questo spiazzante, in un tempo dove tutto per essere deve anche essere ostentato.

“Una storia d’amore delicata, scritta in maniera impeccabile, con echi di Marguerite Duras e Patrick White” (Kirkus Reviews)

Sul podio anche Jojo Moyes che dopo “Io prima di te” e “La ragazza che hai lasciato” è di nuovo in libreria con “Sono sempre io”. Questa volta ci racconta la nuova vita di Lou Clark a New York, in veste di assistente personale di Agnes, moglie capricciosa del suo ricco e benevolo datore di lavoro. L’ambiente raffinato in cui vive ora è lontanissimo dalla sua Londra e dal suo Sam, a rendere tutto più confuso ci pensa, poi Josh, che le ricorda terribilmente una persona fondamentale del suo passato.

Anche l’avvicinarsi delle elezioni sembra aver influito sulla classifica dei libri di Febbraio 2018: Alan Friedman, con “Dieci cose da sapere sull’economia italiana”, ha attirato l’attenzione un gran numero di lettori italiani interessati a orientare al meglio il loro voto. Dopo “Ammazziamo il Gattopardo”, il giornalista newyorkese ha cercato in questo libro di raccontare in modo semplice

“l’economia, un argomento che tocca le vite di tutti noi, spiegando come funzionano davvero le cose, dove stiamo andando e cosa possiamo fare per salvarci. Finché siamo in tempo” (Alan Friedman).

Grande successo anche per il nuovo libro di Roberto Emanuelli, “Davanti agli occhi” che, dopo “E allora baciami”, ci racconta le noiose giornate di Luca che a trent’anni ha rinunciato al sogno di diventare scrittore per inseguire i soldi e il successo: è un broker di successo ma quando incontra Mary capisce che è la voce del cuore l’unica da ascoltare: ha ancora voglia di innamorarsi.

Altra storia di amore che inossidabile rimane nella classifica dei libri più venduti, a distanza di mesi dalla sua uscita, è “Quando tutto inizia”. Dopo “Il giorno in più”, “Il tempo che vorrei” e “È tutta vitaFabio Volo è tornato con una storia capace di cogliere il mood dei nostri tempi, la fugace storia di Silvia e Gabriele, consumata all’ombra della precarietà e di un matrimonio traballante, è destinata a consumarsi come un fuoco di paglia. Al lettore non possono non venire in mente domande capitali: cosa siamo disposti a fare per essere felici? A che cosa possiamo rinunciare per la nostra famiglia? E per la stabilità della coppia?

Ancora in classifica anche Dan Brown che con “Origin” ha confermato la sua capacità di stregare il pubblico di tutto il mondo con avventure al cardiopalma il cui protagonista - dopo “Il codice Da Vinci”, “Angeli e Demoni” e “Inferno” - è ancora una volta Robert Langdon. Stavolta si muove tra Bilbao, Barcellona e Madrid, fra capolavori dell’arte, edifici storici, testi classici e simboli enigmatici in un affresco brillante che fa riflettere il lettore sull’eterno conflitto tra scienza e fede e sulle sfide che le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale ci pongono quotidianamente. Un romanzo ricco di spunti colti e di invenzioni narrative dove passato e futuro si incontrano in modo sorprendente.

“Chiunque tu sia.
In qualunque cosa tu creda.
Tutto sta per cambiare”.

Tra i libri più venduti di Febbraio 2018 troviamo ancora Alessandro Robecchi con “Follia maggiore”, un giallo raffinato ed intrigante che, attesissimo dal pubblico ha ricevuto anche il plauso dei critici più severi ed esigenti. Come già aveva fatto in “Dove sei stanotte”, “Di rabbia e di vento” e “Torto marcio”, ci trasporta, insieme al suo alter ego Carlo Monterossi, in una Milano plumbea, dove sotto una pioggia livida si consumano miserie private, sogni di gloria e conti da regolare con un passato misterioso.

Altro titolo che gli amanti della saggistica non si sono lasciati sfuggire in vista del voto del 4 Marzo è “I setti peccati capitali dell’economia italiana” con cui Carlo Cottarelli torna in libreria dopo “La lista della spesa”. La spending rewiew, per quanto importante, è solo una delle grandi piaghe dell’economia italiana, afflitta da evasione fiscale, corruzione, eccessiva burocrazia, lentezza della giustizia, crollo demografico, incapacità di stare nell’euro, divario tra Nord e Sud. Ecco perché è tanto ingiustificato affermare che l’Italia sia davvero ripartita:

“L’economia italiana è cresciuta poco negli ultimi vent’anni. Ha accelerato un po’ nel 2017, ma hanno accelerato anche tutti gli altri paesi. Se fosse una corsa ciclistica, sarebbe come rallegrarsi di andare più veloci senza accorgersi di avere iniziato un tratto in discesa. In realtà, anche in discesa il distacco dal gruppo sta aumentando”.

Chiude il cerchio dei libri più venduti del mese Rosella Postorino, con “Le assaggiatrici”. Dopo “Il corpo docile”, un potente romanzo storico che, attraverso la vicenda di Rosa Sauer, lumeggia gli ultim i giorni del coro delle assaggiatrici, donne chiamate a testare la bontà dei pasti del Führer per evitare che questo venga avvelenato.

“La voce dell’assaggiatrice cattura il lettore e non lo libera mai, per quanto è vera, tesa, penetrante” (Donatella Di Pietrantonio).

È un ambiente severo e ingiusto ma con lo scorrere dei mesi, tra le donne si instaurano alleanze, patti segreti e amicizie; per Rosa, poi, l’arrivo di Albert Ziegler sarà l’occasione per l’inizio di un rapporto speciale.

Lascia un commento