Classifica Libri – Giugno 2017

È ancora Andrea Camilleri a dominare la classifica dei libri del mese: “La rete di protezione”, questo giallo estivo che intreccia sapientemente una vecchia storia del passato con il mondo dei social network, ha calamitato i lettori, gli amanti dei gialli soprattutto, trasportandoli in una storia che vede Vigàta in subbuglio prima per le riprese di un film e, poi, per l’irruzione di uomini armati in una scuola media, mentre in una vecchia casa di campagna spuntano fuori dei vecchi filmini che raccontano la stessa, enigmatica scena.

“La parlata di Catarella s’astutò di colpo come se avissi finuta la carica.
«Rispondi solo alle mie domande. Ci sono morti e feriti?».
«Nonsi dottori, nisciuno. Per grazia do Signoruzzo, capitò che…».
«Zitto! Passami Fazio o al dottor Augello»”.

Anche i noir stranieri, però, non sono da meno: anche “La strega”, romanzo che segna il ritorno in libreria di Camilla Lackberg, apprezzatissimo dai lettori italiani, ci imbattiamo in film e riprese: Marie Wall, una diva hollywoodiana, è tornata a Fjällbacka per girare un film su Ingrid Bergman, in paese non si parla d’altro ma ci vuol poco a riaprire vecchie ferite e misteri irrisolti che avevano sconvolto la comunità del piccolo paese svedese molti anni prima. Per Dagens Nyheter

“Camilla Läckberg possiede quello straordinario talento nel costruire storie che è così difficile da definire, e così fondamentale per il successo di un romanzo”

Sul podio anche il nuovo saggio di Carlo Rovelli, il fisico italiano che ha affascinato un pubblico immenso in tutto il mondo con “Sette brevi lezioni di fisica” torna ora in libreria con “L’ordine del tempo”, un libro dedicato a quello che è, forse, il più grande mistero della scienza e della filosofia, una tematica elaborata e ridefinita dalla fisica nel corso dei secoli ma anche il mistero di cui ciascuno di noi fa esperienza in ogni istante.

“Pensiamo comunemente il tempo come qualcosa di semplice, fondamentale, che scorre uniforme, incurante di tutto, dal passato verso il futuro, misurato dagli orologi. Nel corso del tempo si succedono in ordine gli avvenimenti dell’universo: passati, presenti, futuri; il passato è fissato, il futuro aperto... Bene, tutto questo si è rivelato falso”

Nella classifica dei libri di Giugno 2017 troviamo anche Diego Da Silva: il suo avvocato, Vincenzo Malinconico, è tornato e sembra proprio che i lettori non vedessero l’ora di ascoltare ancora le sue battute sparate a mitraglia, le sue riflessioni estemporanee su qualsiasi cosa e qualsiasi problema che, però, è incapace di risolvere. In “Divorziare con stile” lo troviamo alle prese con una causa di divorzio tra un suo collega e la sua sensualissima moglie e con una cena tra vecchie compagni che non tarda a trasformarsi in divertente psicodramma collettivo.

Tra i libri più venduti del mese anche “Corruzione” dove Don Winslow, dopo “Il potere del cane” e “Il cartello” ci offre un altro potente ritratto dell’America contemporanea e delle sue contraddizioni. Ora Dennis Malone non è più il poliziotto di un tempo, non spadroneggia più con la sua temibile Da Force e non è più capace di tenere a bada tutta la giungla di malviventi della Grande Mela; ora i federali l’hanno incastrato, la città gli si è rivoltata contro e deve solo decidere chi tradire, per salvarsi la pelle.

Dopo il successo de “L’Abbazia dei cento inganni” e “Il marchio dell’inquisitore” è tornato in libreria anche Marcello Simoni, con “L’eredità dell’abbate nero” e gli appassionati di misteriosi omicidi che si consumano nella grande storia italiana continuano a premiarlo.
Stavolta il morto è un banchiere fiorentino, ucciso all’ombra della Signoria dei Medici e l’accusato un giovane ladro che, pur di scagionarsi e sfuggire all’ira dei parenti della vittima, stringe un patto con il potente Cosimo e affronta un incredibile viaggio, per mettersi sulle tracce di un fantomatico tesoro e di un uomo sfuggente e imprevedibile.

Osannato come il libro più atteso dell’anno, anche “Il ministero della suprema felicità” di Arundhati Roy è tra le migliori novità in libreria del mese. A vent’anni da “Il dio delle piccole cose” la grande scrittrice indiana torna con un commovente viaggio tra i vari volti dell’India contemporanea: dalle scintillanti metropoli cresciute all’improvviso, alle baraccopoli della vecchia Delhi, fino alle vette del Kashmir dove si vive in uno stato di guerra permanente l’accompagnano personaggi fragili, che trovano nell’amore e nella speranza le uniche risorse per sopravvivere. La scrittrice Catherine Dunne, su Vanity Fair, ha confermato che

“Siamo solo a metà del 2017, ma so per certo che Il ministero della suprema felicità sarà il mio libro dell’anno, e degli anni a venire”

Anche il nuovo libro di John Grisham, “Il caso Fitzgerald”, è stata una piacevole sorpresa per i lettori nostrani: il maestro americano del thriller, per una volta ha scelto di allontanarsi dalle aule dei tribunali, per gettarsi a capofitto in un mystery godibilissimo, dove ha descritto il mondo editoriale e le piccole e grandi manie degli scrittori. Perché dei ladri specializzati hanno scelto di rubare cinque manoscritti originali di Francis Scott Fitzgerald dal caveau della Princeton University? C’entra qualcosa Bruce Cable, un chiacchierato libraio indipendente che commercia in libri rari? Dovrà scoprirlo Mercer Mann, giovane e promettente narratrice, sull’orlo di una crisi di nervi per un temuto blocco dello scrittore.

Ancora gialli tra i libri in classifica a Giugno 2017: “Il sorcio”, l’ultimo titolo di Georges Simenon tradotto da Adelphi è la storia ideale da portare in vacanza, una commedia poliziesca magistralmente orchestrata, “un Maigret senza Maigret”, come è stato definito, dove si muovo tutti i comprimari presenti nelle storie del celebre commissario parigino, alle prese la scomparsa di un cadavere ma, soprattutto, con Ugo Mosselbach, detto il Sorcio, organista, insegnante di musica e ora anziano barbone, vero protagonista di questo romanzo dove gioca il ruolo di guitto beffardo e si cimenta in un’avvincente indagine parallela.

“un ometto magro, con due occhi eccezionalmente vivaci e maliziosi, una peluria rossiccia che tendeva al bianco sporco e un modo personalissimo di portare stracci troppo grandi per lui con una dignità che rasentava l’eleganza”.

Chiude il cerchio dei libri più venduti del mese l’inossidabile “Storie della buonanotte per bambine ribelli” di Francesca Cavallo e Elena Favilli, un volume che ritroviamo ogni mese in classifica, apprezzatissimo da grandi e piccini per la sua coraggiosa scelta di raccontare, con parole e illustrazioni, le vicende mirabili di cento grandi donne della nostra storia recente - da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kalo, da Margherita Hack a Michelle Obama – cento esempi a cui guardare, per imparare a spiccare il volo.

Lascia un commento