Classifica Libri - Novembre 2012

La classifica libri di novembre 2012 ci presenta molte novità, pur mantenendo stabili i classici capisaldi. Andiamo a vedere quali sono i libri più letti di questo periodo.

Non poteva essere altrimenti: Andrea Camilleri continua a conquistare tutti e al suo ennesimo appuntamento, intitolato "Una voce di notte" (Sellerio), i lettori hanno risposto in gran massa "presente!" Il cinquantesimo compleanno di Montalbano, fortunatamente per il commissario, gli offre l’opportunità di distrarsi su un furto e una serie di delitti apparentemente non legati tra loro. Eppure basta mettere insieme la sua fedele squadra e acuire l’ingegno per scoprire l’ingranaggio che non fa quadrare le cose.

Resta stabile in classifica la trilogia di E.L. James, "Cinquanta sfumature di grigio", "Cinquanta sfumature di nero" e "Cinquanta sfumature di rosso" fanno la felicità di Mondadori, continuando a restare nelle posizioni alte della classifica ormai da questa estate. Un caso letterario, un successo (forse) inaspettato.

Scala le vette della classifica Benedetta Parodi, che con "Mettiamoci a cucinare" (Rizzoli), scopre il primo vizio degli italiani: la cucina. E così, grazie alle sue imperdibili ricette e a capitoli inventivi che non hanno altro scopo che quello di aiutare i cuochi provetti a cimentarsi in cucina anche nei momenti più critici, ci suggerisce interessanti consigli su come stupire a tavola: dalla preparazione di una semplice ricetta all’adornare una tavola da pranzo per ogni particolare occasione.

Non è una sorpresa, ma sicuramente una novità di novembre 2012, la comparsa dell’ultimo libro di Haruki Murakami, "1Q84. Libro 3. Ottobre-Dicembre" (Einaudi), che conclude la straordinaria storia di Aomame e Tengo, perseguitati dalla setta Sakigake e dall’investigatore Ushikawa. Tutti i nodi torneranno al pettine? Ci sarà un lieto fine? Il destino ci metterà lo zampino? Lo scoprirete solo leggendo.

Ricompare in classifica anche Paolo Giordano, con il suo ultimo libro, "Il corpo umano" (Mondadori), che racconta la storia di un caporale maggiore dell’Esercito Italiano in Afhganistan, alle prese con un manipolo di soldati che, come lui, hanno portato con sé il proprio bagaglio di ricordi, emozioni, conflitti e difficoltà personali.

Risale in classifica anche Stefano Benni, con "Di tutte le ricchezze" (Feltrinelli): continua così ad affascinare, grazie anche all’inconfondibile stile dell’autore, la storia del vecchio professore Martin, ritiratosi a vita privata in una casa accanto al bosco, e della sua routine spezzata dall’arrivo di una coppia, uomo e donna, quest’ultima quasi una femme fatale, che fa ripercorrere all’anziano insegnante ricordi ed emozioni che sembravano sopite.

La più importante novità di novembre 2012 si chiama "Storia di un corpo" (Feltrinelli), l’ultimo libro di Daniel Pennac. Dal funerale del padre della protagonista a un diario, dello stesso padre, recapitatole a casa, una sorta di autobiografia sensoriale, un romanzo che sembra scritto dal corpo stesso, che percepisce tutte le esperienze della sua vita. Un romanzo originale in pieno stile Pennac.

Resta ancora in classifica il secondo capitolo della trilogia "The Century" di Ken Follett: "L’inverno del mondo" (Mondadori), che ripercorre attraverso le famiglie protagonista la Storia dal 1933, ovvero dall’ascesa di Hitler, al 1949, ovvero agli esordi della Guerra Fredda.

Lascia un commento