Classifica libri - Aprile 2011

Uscito soltanto il mese scorso, il romanzo "Libertà" di Jonathan Franzen (editore Einaudi) entra subito nella classifica dei libri più venduti nel mese di aprile 2011. Non poteva essere diversamente vista la grande attesa che si era creata attorno ad esso dopo che alcuni dei più importanti quotidiani mondiali lo avevano dichiarato come il miglior libro del 2010. "Libertà" è un vero e proprio dipinto della condizione della famiglia contemporanea con i suoi aspetti comici ma anche con i suoi aspetti tragici.

"Il vino della solitudine" di Irène Némirovsky (editore Adelphi) è la storia di Hélène, una bambina che vive un’infanzia ricca di sofferenza e che detesta sua madre con tutta se stessa. Quando Hélène compie diciotto anni pensa di potersi finalmente vendicare della madre ma ad un tratto scopre di non essere poi così diversa da lei... Ottimo ritorno per la scrittrice resa famosa da

"America amore" di Alberto Arbasino (editore Adelphi) è un romanzo che ci conduce nell’America degli anni ’50, in un ritratto vivido e ricco di eventi di questo paese nel pieno del suo periodo migliore.

"Il denaro in testa" di Vittorino Andreoli (editore Rizzoli) è un breve saggio in cui si cercano di mettere in evidenza gli influssi che il denaro può avere sulle nostre vite e il modo in cui i soldi possono arrivare a condizionarci. Vittorino Andreoli cerca anche di spiegare quali possono essere le soluzioni per cercare di avere un rapporto sano con il denaro.

Sono davvero molti i titoli che invece mantengono inalterata la loro presenza in classifica nel mese di aprile 2011. Rimane in classifica anche questo mese "Vieni via con me" di Roberto Saviano (editore Feltrinelli), un testo che racchiude otto storie tratte dall’omonimo programma condotto insieme a Fabio Fazio nel tentativo di aprire gli occhi degli italiani sulla condizione del paese e soprattutto sulla criminalità organizzata.

"Nessuno si salva da solo" di Margaret Mazzantini (editore Mondadori) vede come protagonista Delia e Gaetano, una coppia che un tempo si è amata alla follia e che adesso è costretta invece a separarsi a causa di incomprensioni e incomunicabilità. I due cercheranno di incontrarsi di nuovo ma non riusciranno a comunicare all’altro ciò che sentono veramente.

"Gran Circo Taddei" di Andrea Camilleri (editore Sellerio) è un libro di brevi racconti talmente tanto ben confezionati da apparire parti di uno stesso romanzo. In questi racconti ricchi di una vena ironica davvero sorprendente Camilleri ci descrive la Sicilia con le sue tradizioni, gli odori, il mare.

"Indignatevi!" di Stéphane Hessel (editore Add) è un piccolo e breve pamphlet dove lo scrittore ammonisce la società attuale chiedendosi dove siano andati a finire tutti gli ideali per cui l’umanità ha da sempre combattuto.

"E disse" di Erri De Luca (editore Feltrinelli) è la rivisitazione della storia di Mosè in chiave moderna e assolutamente attuale.

"Il profumo delle foglie di limone" di Clara Sanchez (editore Garzanti) è la storia di una giovane ragazza incinta che cerca una nuova vita in un paesino della Costa Blanca. Qui fa la conoscenza di una coppia di simpatici signori anziani. Si scopre che i due sono in realtà criminali nazisti che hanno ancora voglia di commettere terribili azioni.

Lascia un commento