Classifica libri - Giugno 2010

Giugno 2010 - Sono molti i titoli che riescono a mantenere anche questo mese la loro posizione in classifica. Ritroviamo nella classifica di giugno il romanzo "Il palazzo della mezzanotte" di Carlos Ruiz Zafòn (edizione Mondadori) uscito alla fine del mese di aprile. Ambientato a Calcutta il romanzo è colmo di misteri e segreti illuminati ma al contempo obliati dal fuoco che qui sembra essere il reale protagonista. Anche "Non esiste saggezza" di Gianrico Carofiglio (edizione Rizzoli) uscito nelle librerie soltanto nel mese di maggio resta in classifica. Si tratta di una raccolta di racconti in cui personaggi semplici frutto della vita quotidiana si muovono tra ombre e paure che ad ognuno di noi è purtroppo dato conoscere. Gianrico Carofiglio si muove con estrema facilità nell’animo umano sino a svelarne in modo semplice ma profondo le sofferenze e le emozioni più forti.

Ritroviamo anche "Nel mare ci sono i coccodrilli" di Fabio Geda (edizione Baldini Castoldi Dalai) che narra la storia di un ragazzo di nome Enaiatollah Akbari che è riuscito a scappare dall’Afghanistan trovando rifugio in Italia nella città di Torino. Qui una nuova famiglia lo ha accolto a braccia aperte dandogli non solo protezione ma amore. Stabilità anche per l’esordio letterario "L’ultima riga delle favole" del giornalista Massimo Gramellini (edizione Longanesi) che narra la storia di un giovane professore alle prese con l’amore e soprattutto con la paura dell’amore. Proprio a causa della paura il protagonista si ritrova nelle Terme dell’Anima.

Non perde la sua posizione neanche il saggio "Per l’alto mare aperto" di
Eugenio Scalfaro (edizione Einaudi) che ci racconta cosa sia la modernità affrontandone tutti gli eventi più salienti. Eugenio Scalfaro ci mostra con il fare critico ed oggettivo dell’uomo di cultura che la modernità è andata ormai incontro alla sua fine. Le ceneri della modernità sono ciò che noi oggi stiamo vivendo ma proprio da queste ceneri, quasi fosse una fenice, una nuova era è pronta a rinascere.

Appena uscito nelle librerie entra subito in classifica "La breve seconda vita di Bree Tanner" di Stephenie Meyer (edizione Fazi), la scrittrice diventata famosa grazie alla fortunata serie Twilight. Il nuovo romanzo di Stephenie Meyer è una storia che intreccia amore e mistero per cercare di svelare la parte più spietata, violenta e crudele dell’anima dei vampiri. Ancora storie di vampiri nella classifica di giugno con la scrittrice Lisa Jane Smith. Il suo ultimo romanzo "Il diario del vampiro. L’ombra del male" è appena uscito nelle librerie ma già si posiziona tra i primi posti della classifica dei libri più venduti. Si tratta dell’ultima puntata della saga che vede i vampiri Demon e Stefan scontrarsi in un’eterna lotta. Un romanzo che cerca di sondare l’anima e la capacità di amare degli essere immortali.

Anche tre nomi italiani riescono ad entrare come novità nella classifica di questo mese. "La caccia al tesoro" di Andrea Camilleri (editore Sellerio) è l’ultimo romanzo della saga del commissario Montalbano. Uscito nelle librerie soltanto alla fine del mese di maggio si piazza subito nelle prime posizioni della classifica. Montalbano è infatti uno dei personaggi più amati del panorama giallo italiano che in questo romanzo si trova immerso in una storia ancora più misteriosa del solito. Bambole gonfiabili lasciate come indizi di un macabro gioco, una sorta di caccia al tesoro, e strane lettere minatorie sono la cornice di un romanzo tessuto con una forte dose suspense. Camilleri ritrova in questo scritto anche la sua nota vena ironica. Torna in classifica anche "Hanno tutti ragione" di Paolo Sorrentino (edizione Feltrinelli). Il romanzo, che ha trovato un posto nella rosa dei cinque finalisti del Premio Strega 2010, narra la storia del cantante Tony Pagoda che ad un tratto si trova a doversi isolare dal mondo in un silenzio non definitivo ma di certo carico di significato.

Entra in classifica anche "Mutandine di chiffon" di Carlo Fruttero (edizione Mondadori), una sorta di autobiografia di questo meraviglioso ed eclettico scrittore. è un libro movimentato in cui i ricordi della vita dell’autore si intrecciano alla storia dell’Italia e, sì, anche del mondo dell’editoria.

Lascia un commento