Classifica libri - Marzo 2011

La classifica di marzo è veramente ricca di novità. Entrano in classifica ben tre titoli appena usciti in tutte le librerie italiane tra i quali dobbiamo innanzitutto ricordare l’atteso libro "Vieni via con me" di Roberto Saviano (editore Feltrinelli), un libro di denuncia che racchiude otto racconti tratti dall’omonima trasmissione televisiva condotta insieme a Fabio Fazio. Il libro si pone come obiettivo quello di aprire gli occhi dei cittadini italiani sulla situazione attuale della politica e della criminalità organizzata.

"Nessuno si salva da solo" di Margaret Mazzantini (editore Mondadori) vede come protagonista Delia e Gaetano, una coppia ormai distrutta da un amore logorato. Delia e Gaetano ancora non comprendono alla perfezione il perchè siano arrivati a questo punto né tantomeno come tutto questo sia potuto accadere. Tutto ciò che sanno è che dopo l’iniziale passione, i progetti, il matrimonio e i figli è subentrato l’odio e la rabbia. Adesso Delia e Gaetano si incontrano di nuovo. È passato così poco tempo e loro sono due persone così giovani che sembra ancora che tutto possa risolversi. Ma Delia e Gaetano non riescono ad uscire da questa situazione di distanza in cui la comunicazione sembra veramente impossibile.

"Gran Circo Taddei" di Andrea Camilleri (Sellerio editore) racchiude in sé otto diverse storie costruite però in modo talmente abile e perfetto da sembrare parti di un unico romanzo. SI racconta la Sicilia di un tempo con tutti i suoi dettagli, le sue contraddizioni, le sue sfaccettature. Si narra anche del fascismo, della guerra e del periodo successivo ad essa quando tutto sembrava poter finalmente rinascere. Si narra la vita di una regione con le sue tragedie e le sue felicità, con i suoi odori e i suoi sapori, con la rabbia e l’amore. Grazie alla narrazione di Camilleri ogni storia si arricchisce di ironia.

Entrano questo mese in classifica anche cinque titoli usciti in libreria durante il mese di febbraio e che ancora non avevano avuto modo di farsi conoscere sino in fondo. "E disse" di Erri De Luca (editore Feltrinelli) è la storia di Mosé rivisitata da questo grande scrittore. Grazie al suo stile narrativo asciutto e profondo la storia di Mosé è finalmente resa moderna e accessibile ad ogni lettore.

"Indignatevi!" di Stéphane Hessel (editore Add), diplomatico francese ed ex partigiano, è un piccolo e breve pamphlet che attacca in modo feroce la società attuale chiedendo a gran voce dove sono andati a finire tutti gli ideali per cui l’uomo ha combattuto sino ad oggi, dove è andato il progresso e la voglia di raggiungerlo, dove sono andati i valori e la voglia non solo di giustizia ma anche di uguaglianza. Solo indignandoci verso ciò che siamo diventati possiamo veramente pensare di poter cambiare.

"La legge del deserto" di Wilbur Smith (editore Longanesi) è la storia di Hazel Bannock, una donna bellissima che dopo la morte del marito cerca in ogni modo di tenere le redini del suo grande impero petrolifero. I suoi impianti petroliferi sono un ottimo bersaglio per i terroristi ma lei li protegge grazie ad un plotone di mercenari. Alla guida di questo plotone troviamo Hector Cross. La figlia ventenne di Hazel, Cayla, viene rapita dai terroristi e Hazel sa che l’unico in grado di aiutarla è proprio Hector.

"Togliamo il disturbo" di Paola Mastrocola (Guanda) è una sorta di appello affinché la cultura non esca dalle nostre vite e affinché i giovani possano davvero avere la libertà di decidere che cosa fare del proprio futuro.

"La fabbrica dell’obbedienza" di Ermanno Rea (editore Feltrinelli) è un saggio che mette in luce i lati più negativi della nostra società attuale come la mancanza di morale e di senso di responsabilità. Ermanno Rea fa un viaggio indietro nel tempo alla ricerca delle nostre radici e delle nostre origini per capire da dove siano nati i difetti dell’Italia odierna.

Soltanto due titoli mantengono inalterata la loro presenza in classifica. "Il profumo delle foglie di limone" di Clara Sanchez (editore Garzanti) vede come protagonista Sandra, una donna incinta che ha deciso di andare a vivere in un paesino della Costa Blanca spagnola alla ricerca di un po’ di pace. Qui però Sandra incontra una coppia di vecchietti che si scopre essere una coppia di ex criminali nazisti che ha ancora voglia di sfogare la propria violenza.

"Le Beatrici" di Stefano Benni (editore Feltrinelli) è una raccolta di monologhi tutti al femminile che mette in luce le caratteristiche di otto diverse tipologie di donna contemporanea.

Lascia un commento