Classifica libri - Novembre 2018

La classifica libri di Novembre 2018 è senza dubbio molto interessante, dal momento che il Natale si avvicina e con esso anche i regali. Senza dubbio i testi più gettonati per i consigli degli acquisti saranno i primi della classifica, dal momento che saranno quelli più in vista nelle librerie delle varie città italiane.
Vediamo quindi chi sono i 10 libri che si trovano in classifica per questo Novembre 2018 e quali sono gli autori più apprezzati dal pubblico italiano.

La prima posizione è ancora di Antonio Manzini che per Sellerio ha pubblicato "Fate il vostro gioco". Da Ottobre in vetta alla classifica dei più venduti Manzini sembra essere molto apprezzato dal pubblico italiano, che continua a comprare il suo ultimo giallo che ancora una volta ha come protagonista Rocco Schiavone.
Il commissario non è però quello che conosciamo, ma in questa sua avventura appare depresso, dal momento che Caterina lo ha tradito e ha lasciato la questura. Si aggira per la città sconsolato, alla ricerca di passioni fugaci e amori di una notte che non lo aiutano a placare il senso di vuoto che lo pervade. L’indagine su cui lavorerà in questo racconto si basa su una brutta storia di ludopatia, che lo portano ad imbattersi nelle incongruenze di uno Stato che lucra sul fallimento di famiglie. Un’indagine che sarà molto complessa e che richiederà anche l’aiuto dei colleghi romani, con cui Schiavone non è in buoni rapporti.

Secondo posto della classifica di Novembre è invece per la biografia di Michelle Obama "Becoming. La mia storia". L’ex First Lady, moglie di Barack Obama, racconta la sua vita prima e durante la Casa Bianca, portando alla luce piccoli aneddoti della propria vita coniugale con l’ex Presidente degli Stati Uniti. Dall’incontro avvenuto nello studio di avvocatura, dove entrambi svolgevano il praticantato, fino al difficile addio a quella che per ben 8 anni è stata la loro casa.
Una storia edita in Italia per Garzanti e che sta appassionando i lettori del Paese, ma non solo. Il volume è stato infatti pubblicato contemporaneamente in 24 Paesi e in ciascuno di essi la biografia di Michelle sta avendo delle ottime vendite.

Terzo gradino del podio se lo aggiudica invece "Donne che non perdonano"
di Camilla Lackberg che narra la storia di Ingrid, un’ex giornalista che ha rinunciato alla carriera per stare vicino al marito che ora però la tradisce. Viktoria invece è scappata dalla Russia, dove rischiava la vita, ma giunta in Svezia non se la passa meglio. Birgitta invece deve quotidianamente fare i conti con il marito manesco e nascondere i lividi che il mostro le lascia ogni giorno sul corpo. Queste tre donne non si sono mai viste, non si conoscono, ma in qualche modo si dovranno salvare a vicenda.
Al quarto posto della classifica dei più venduti per Novembre 2018 c’è invece "Quando inizia la nostra storia" di Federico Rampini. L’autore, giocando con alcune date chiave della storia, cercando di trovare dei collegamenti tra i vari eventi epocali che uniscono il presente e il passato.
La nascita nel 1600 della Compagnia delle Indie in questo libro diventa l’inizio di una storia del capitalismo che si spinge fino al crac di Lehman che portò alla grande crisi del 2008, che ancora affligge il nostro e molti altri Paesi. Alcuni eventi cardine di questo periodo spiegano le pieghe successive degli avvenimenti e vengono analizzati con dovizia di particolari dall’autore.

Quinto posto della classifica di questo mese se lo aggiudica invece Pif con il suo "...che Dio perdona a tutti" che analizza in maniera scherzosa e ironica i rapporti che ci legano gli uni agli altri. Il protagonista del racconto è Arturo, trentacinquenne, single, che di professione fa l’agente immobiliare. Lo scopo nella sua esistenza è far sì che tutto rimanga invariato e che nella sua vita non vi siano cambiamenti.
Tra le poche passioni che ha vi è quella del cibo, che ama a tal punto da essere il cruccio dei suoi amici quando si esce per andare al ristorante. La sua vita procede monotona e piatta fino all’arrivo della figlia del proprietario della pasticceria, rinomata per fare le iris più buone di tutta Palermo e per essere uno delle sicurezze gastronomiche per Arturo. Tanto Arturo è pignolo sul cibo, tanto lo è la ragazza sulla religione e il cristianesimo. Sebbene Arturo abbia ormai dimenticato ogni nozione del cristianesimo riesce a conquistare la ragazza, ma tutto andrà nel peggiore dei modi quando lei si renderà conto del poco interesse di Arturo per la religione.

Alla sesta posizione della classifica di Novembre c’è "Diario di una schiappa. Una vacanza da panico" di Jeff Kinney che torna in classifica con una nuova avventura di Greg. Le feste di Natale si avvicinano e i programmi di Greg sono molto semplici: stare a casa al calduccio. A distruggere i suoi sogni arrivano però Mamma e Papà, che prenotano una fantastica vacanza di famiglia in un’isola tropicale. Un vero paradiso in terra, se non che si tratta della famiglia di Greg!
Gradino successivo della graduatoria per novembre è di Elena Ferrante che con la sua "L’amica geniale" continua ad essere l’evento televisivo dell’anno o per il momento il più atteso. La trama di questo testo la riassume perfettamente Elisabetta Bolondi che per Sololibri.net scrive:

Si parte dal prologo, dove conosciamo le due amiche al centro della narrazione: Raffaella detta Lila e Elena. A Torino, dove abita Elena, arriva una telefonata da Napoli del figlio di Lila che chiede alla donna se sua madre sia da lei: la sessantaseienne è scomparsa da due settimane, senza lasciare alcuna traccia dietro di sé. Elena sa che Lila si è davvero volatilizzata, cancellando le orme che possano ricondurre a lei, la conosce troppo bene e da sempre, decide quindi di raccontare la loro storia, a partire dall’infanzia in un quartiere periferico napoletano, molto povero, nei primi anni cinquanta.

Da poco arrivato in libreria, ma già all’ottava posizione nelle classifiche è il nuovo romanzo di Marco Malvaldi che lascia i vecchietti del Bar Lume per dedicarsi ad un thriller storico "La misura dell’uomo". Leonardo Da Vinci viene chiamato da Ludovico il Moro per realizzare una statua equestre del padre, Francesco Sforza, una proposta molto complessa, dal momento che si tratta di un’opera difficile da modellare, in bronzo.
Ma questo non sarà l’unico problema di Leonardo, dal momento che un cadavere verrà trovato nel cortile del castello sforzesco, senza alcun segno di colluttazione e nessun morbo che ne giustifichi la morte. Sarà compito di Leonardo indagare su questo cadavere e sul suo improvviso decesso.

Nona posizione invece per la cantante Levante con Questa è l’ultima volta che ti dimentico edito per Rizzoli che racconta la storia di Anna, che, nel paesino in cui vive, tutti conoscono la sua storia e ogni abitante del paese ricorda perfettamente della velocità con cui è dovuta crescere.
Anna ha trovato rifugio e conforto nella danza classica, negli amici e nella piazzetta del paesino, ma dovrà fare i conti con il suo passato e cercare di affrontare i suoi mostri per riuscire ad andare avanti.
Chiude la classifica di novembre il nuovo libro di Paolo Cognetti "Senza mai arrivare in cima". Un diario di viaggio, che mostra come ci si sente in montagna e cosa significhi davvero sentire la mancanza di un luogo.
Il libro racconta la scalata dell’Himalaya, una montagna viva, una montagna che non perdona e che uccide se non si è in grado di affrontarla e di reggere il peso delle sfide che pone. Cognetti nel suo ultimo lavoro narra le notti in tenda con Nicola, la contemplazione della montagna con Remigio, i luoghi scoperti e le persone incontrate. Ci racconta il viaggio che ha intrapreso prima di compiere 40 anni e le avventure vissute in questi luoghi dai silenzi magici.

Lascia un commento