Classifica libri - Ottobre 2015

Libri d’autunno. Come cambiano la classifica? Le novità in libreria dell’ultimo mese come hanno inciso sulla classifica libri di settembre? Eccoci pronti a scoprirlo!

Dopo neanche un mese dal suo arrivo in libreria, "Anna", il nuovo romanzo di Niccolò Ammaniti, si gode la vetta. Una storia ambientata in Sicilia che riporta, a tratti, alla memoria le atmosfere di "Io non ho paura". La protagonista è una ragazzina a cui la mamma ha affidato un taccuino con una serie di "istruzioni" per la vita. Tra queste:

"La vita non ci appartiene, ci attraversa".

Come fu per le "Sette brevi lezioni di fisica" di Carlo Rovelli, il nuovo romanzo di Michele Serra, "Ognuno potrebbe", subisce la positiva influenza di "Che tempo che fa", dove l’autore è stato ospite l’11 ottobre? Dopo lo straordinario successo di "Gli sdraiati", Serra è pronto per il bis?

Una novità che finisce dritta sul podio è il nuovo libro Alan Friedman, "My way. Berlusconi si racconta a Friedman".

“Possono farmi molte cose, ma non possono costringermi a dimettermi da me stesso”.

New entry e successo annunciato come ogni suo nuovo romanzo, "L’amante giapponese" di Isabel Allende, tra i protagonisti più attesi a Bookcity Milano 2015.

"Ci sono passioni che divampano come incendi fino a quando il destino non le soffoca con una zampata, ma anche in questi casi rimangono braci calde pronte ad ardere nuovamente non appena ritrovano l’ossigeno".

Grande entusiasmo anche per il nuovo libro di Zerocalcare, tra i libri in uscita a ottobre, "L’elenco telefonico degli accolli"; mentre restano saldi "Quello che non uccide. Millennium. 4" di David Lagercrantz , "La ragazza del treno" di Paula Hawkins e "After" di Anna Todd.

Entra in classifica anche "Le ultime diciotto ore di Gesù" di Corrado Augias:

"A seguito di quei drammatici eventi, i pochi seguaci del profeta hanno cercato di diffondere oscure leggende sulla sua fine. Dissero che al momento della morte il cielo, percorso da lampi, s’era improvvisamente abbuiato, che il velario del tempio s’era squarciato da cima a fondo. ... Mi dicono che alcuni di quei seguaci adesso sono arrivati a Roma, e contendono al fedeli del dio Mitra il predominio spirituale sulle classi degli operai, dei servi, e dei soldati. E’ gente pericolosa, portatrice di una nefasta superstizione...”.

Resta in gioco "Prometto di sbagliare" del portoghese Pedro Chagas Freitas. Un vero caso editoriale per molti, rappresenta un inno all’amore:

“L’unico tradimento sarebbe stato non abbracciare quell’abbraccio”.

Lascia un commento