Libri in uscita a Dicembre 2016

È già arrivato in libreria "Pane" (dal 29 Novembre), il nuovo libro di Maurizio De Giovanni dove i Bastardi di Pizzofalcone devono vedersela con l’omicidio di un panettiere. Chi gli ha sparato? Cosa si nasconde nel suo passato? E, soprattutto, c’entra qualcosa la paradossale denuncia di stalking rilasciata da un ragazzo che non è esattamente un Adone? Pane, in gran quantità, anche per i denti di chi ama il thriller nostrano.

Anche Key Scarpetta la celebre anatomopatologa nata dall’avvincente penna di Patricia Cornwell è già pronta per affrontare un nuovo misterioso caso, in "Caos" (già disponibile dal 29 Novembre) dovrà vedersela con la misteriosa d morte di una giovane e anche con un’inquietante filastrocca che un anonimo le recapita con un messaggio vocale. Suspense pura e semplice.

Se poi al thriller volete aggiungere anche una robusta vena storica quello che fa per voi è "Il maestro delle ombre" di Donato Carrisi. Consacrato ormai come scrittore di fama mondiale, dopo "Il tribunale delle anime" e "La donna dei fiori di carta" Carrisi torna con quello che lui stesso ha definito "il romanzo gemello" del suo primo, fortunato, libro, "Il suggeritore". Lo ha raccontato così in un’intervista:

"Tutti ricordiamo quanto era spaventoso doversi addormentare da soli nel posto che i nostri genitori reputavano il più sicuro per noi, ma che invece al buio diventava minaccioso come nessun altro: la nostra cameretta. I giocattoli diventavano nemici, le ombre sembrava ci assalissero e poi c’era sempre un armadio che respirava in angolo e sussurrava il nostro nome..."

Per gli amanti delle storie d’amore garbate e delle atmosfere aristocratiche Sveva Casati Modignani sarà la compagna migliore di questo Natale: a breve distanza da "Dieci e Lode" arriva in libreria "Palazzo Sogliano" (in libreria dal 29 Novembre) il romanzo in cui Orsola si trova di fronte alla morte improvvisa dell’amato Edoardo, una tragedia accompagnata da un’altra, dolorosissima scoperta.

Voglia di avventura? Di spy story? E magari anche di qualche isola tropicale che con le sue bellezze sensuali vi scaldi l’animo durante questo freddo inverno? Quello che fa per voi è "Il dottor No", romanzo di Ian Fleming (dal 1 Dicembre) con cui Adelphi ne promette delle belle: stavolta l’agente 007 è a Great Inagua, nelle Bahamas, per contrastare una potentissima organizzazione in possesso di tecnologie così sofisticate da riuscire a deviare i missili intercontinentali americani.

In questo dicembre che, con la fine dell’anno, porta con sé anche un po’ di malinconia non potevano certo mancare dei regali di Natale tutti italiani: li ha confezionati per noi Einaudi, come sempre impeccabile. La prima è una storia di amicizia e di indiani capace di attraversare le vicende del Novecento, "Stirpe selvaggia" (disponibile dal 29 Novembre) di Eraldo Baldini, eccone un’anteprima:

"Quando scorrazzavano nei boschi e sui dirupi che costituivano il loro universo selvaggio, lanciavano le stesse grida di furore e di guerra che avevano sentito durante il Wild West Show. Grida che, non addomesticate e costrette sotto il tendone di un circo, squillavano libere e vere. - Come gli indiani? - chiedeva Amerigo quando stavano per buttarsi in qualche scorribanda o avventura. - Come gli indiani! - confermava Mariano, e col fango, l’erba, la ruggine delle pietre o il sugo di qualche bacca si dipingevano le guance e la fronte, un’unzione che aveva il valore di un sacramento barbaro e profano".

La storia d’Italia e della sua grande letteratura non smette di affascinare lettori e scrittori: Marcello Fois, con "Quasi Grazia" (dal 29 Novembre in libreria) ci regala un tributo toccante alla sua conterranea più illustre, la storia dei momenti cruciali della sua vita: l’abbandono della terra natia, l’attesa per la consegna del Nobel a Stoccolma, il tragico annuncio di un medico riguardo alla fine della sua esistenza.

Non disperate di novità in libreria ce ne sono per tutti i gusti in questo Dicembre. Se avete voglia di ridere non lasciatevi sfuggire "All’improvviso un memorabile": seguendo l’esempio degli inventori di Calciatori Brutti quelli della divertentissima pagina Facebook Commenti Memorabili hanno pensato bene di non limitarsi al web e di passare anche alla carta stampata.

Per gli amanti del calcio c’è una storia che non si può non leggere quella di James Vardy, di cui Bompiani pubblica "Dal nulla. La mia storia". Troppo basso per giocare a pallone secondo i tecnici dello Sheffield, ex operaio con problemi di alcoolismo, working class hero che con il Leicester di Claudio Ranieri ha avuto tutta la gloria che si meritava.

Infine, una raccolta di racconti, "Una cosa che volevo dirti da un po’" (dal 29 Novembre) del Premio Nobel Alice Munro, per riflettere su un passato difficile da archiviare e sui sentimenti che spesso polarizzano i rapporti familiari: sono storie dove si tramandano misteri e riemergono rancori mai sopiti, amori complicati e cattivi, perdoni impossibili da concedere, piccoli gioielli che brillano per la loro profondità d’analisi.

Lascia un commento