Libri in uscita a Marzo 2017

Molte le novità che troveremo in libreria a Marzo, soprattutto negli scaffali di narrativa italiana. Dopo l’attesissimo “A cantare fu il cane”, nuovo libro di Andrea Vitali, pubblicato alla fine del mese scorso torna anche Mauro Corona, amatissimo dal pubblico nostrano, con un libro scritto a quattro mani con Luigi Maieron. “Quasi niente” (Chiarelettere, dal 16 Marzo) è una raccolta di storie d’altri tempi, di quelle da raccontare a voce, davanti al calore del fuoco che arde, storie di vite minute e di uomini e donne leggendarie che, dalla loro piccole valli, non sono riusciti a entrare nei libri di storia ma hanno lasciato comunque un messaggio illuminante, un esempio spiazzante, un contributo capace di cambiare le nostre vite parlando di sconfitta, fragilità, desiderio, pace interiore, lealtà, radici, silenzio, senso del limite, amore.

“Gli bastava quello che aveva, pochissimo per non dire niente, e non voleva affannarsi, o coltivare aspirazioni. Al è dut nue fantats, al è dut nue. È tutto niente ragazzi, è tutto niente. Pronunciava la frase sottovoce, quasi non volesse far fatica”.

Dopo “I bastardi di Pizzofalcone”, “Buio”, “Cuccioli” e “PaneMaurizio De Giovanni è di nuovo in libreria con “La vita quotidiana dei bastardi di Pizzofalcone” (Einaudi Stile Libero, dal 28 Febbraio): ognuno dei personaggi della squadra investigativa dell’ispettore Lojacono, che il pubblico ha ora conosciuto meglio anche grazie alla fortunata serie TV, si racconta, si confessa, guarda agli strani colleghi con cui, insieme, ha trovato un’occasione di riscatto.

"Ora che un volto ce l’hanno, facciamoli parlare. Sentiamo che hanno da dire, impacciati e imbarazzati, in lotta con le solitudini e con gli errori, in preda al dubbio di trovarsi nel posto e nel momento sbagliati".

Tra i libri in uscita a Marzo 2017 troviamo interessanti novità anche per gli amanti di libri per bambini: Brigitte Smadja con “Mi chiamo Said” (Feltrinelli Kids, dal 16 Marzo) ci accompagna nell’universo di un bambino appena arrivato alle scuole medie: lui è francese ma tutti lo vedono come arabo e a poco servono la passione per i dizionari e per la musicalità della lingua francese, in quell’ambiente troneggia l’odio e il razzismo, quasi un’indistinta volontà di distruzione di tutte cose belle. Per fortuna Said riuscirà a non abbattersi e a vincere lo smarrimento con l’aiuto di un quadro e di un amico speciale.

Per gli amanti delle storie d’amore e del brivido tra i nuovi romanzi in libreria segnaliamo “Ritorno da te” (Nord, dal 2 Marzo) di Jennifer L. Armentrout, secondo volume della serie Wicked, dove Ivy Morgan, dovrà cedere occhi profondi e al sorriso di Ren Owens. La passione, però, in questo caso va di pari passo con la lotta contro il Male, nelle strade di New Orleans e con un doloroso segreto che metterà Ivy di fronte al passato della sua famiglia e a una dolorosa scelta.

Immancabile il giallo e il mistero anche nei nuovi libri di autori stranieri. Segnaliamo, infatti “Il boulevard delle ossa” di Léo Malet (Fazi, dal 16 Marzo): i festeggiamenti di Nestor Burma e della sua assistente, per una vincita alla lotteria, sono interrotti da un mercante di diamanti ebreo che li trascina in una indagine fumosa, dove incontreranno la malavita cinese e un giro di prostituzione russa casa d’aste francesi e scheletri di anonimi generali. Lingua tagliente, protagonista intrigante, avventura avvincente, per Corrado Augias

"Maestro del noir, Malet è giudicato, non a torto, migliore di Simenon".

Anche la Scandinavia non delude: dopo il successo de “Gli adepti”, i detective Fredrik Beier e Kafa Iqbal sono di nuovo in azione ne “I cacciatori” (Einaudi Stile Libero, dal 28 Febbraio) di Ingar Johnsrud. Cercano un assassino che ha sete di vendetta, un ex militare scomparso nel nulla che sembra essere morto due volte e che, forse, non è estraneo neanche a una vecchia storia dell’ex Unione Sovietica: ce n’è abbastanza per mettere in subbuglio la polizia di Oslo.

Per gli amanti dei libri tra le novità in uscita a Marzo 2017 c’è una storia di Giuseppe Culicchia capace di far sorridere e riflettere sulle storture e i vizi dell’industria culturale del Belpaese. “Essere Nanni Moretti” (Mondadori, dal 21 Marzo) racconta di uno scrittore strampalato e frustrato che insegue il sogno dello Strega insieme alla sua bella fin quando una inusitata barba e una sorprendente somiglianza con Nanni Moretti gli offriranno l’occasione per un ghiotto viaggio e per una provvidenziale crisi d’identità.

Tra le novità in libreria segnaliamo anche il volume di Matteo Nucci, giovane scrittore che, dopo “Il toro non sbaglia mai” e “Le lacrime degli eroi”, torna in libreria con “È giusto obbedire alla notte” (Ponte alle Grazie, dal 2 Marzo). Ci racconta una storia mitica e onirica, ambientata in una Roma marginale e sconosciuta dove si muovono personaggi senza tempo, osti e anguillari, prostitute e reietti che hanno accolto "il dottore", un uomo ancor più improbabile che cura zingari e pastori; un fuggiasco che in realtà deve curare sé stesso: mentre una natura metropolitana sta a guardare, il suo dolore diventerà il viatico per una sofferta rinascita.

Per chi ama la saggistica e si interessa di psicologia, motivazione e pensiero positivo arriva in libreria “Mindfulness per chi è a pezzi” (Mondadori, dal 28 Febbraio) di Ruby Wax. Quest’ebrea che ha sofferto per anni di depressione ci regala una guida accessibile e arguta sulla mindfulness, una delle tecniche di meditazione che negli ultimi anni riscuote un successo sempre crescente:

"Superato l’ultimo episodio di depressione, sette anni fa, mi sono ripromessa che avrei imparato a imbrigliare la mia mente e a fare qualcosa per me stessa. Ossessiva come sempre, ho attivato la modalità ricerca, passando al setaccio riviste e saggi scientifici. Ecco che cos’è emerso: chi aveva sofferto di tre o più episodi di depressione (senza altre patologie), con la terapia cognitiva basata sulla mindfulness riduceva del 60% la probabilità di ricadute. A colpirmi veramente è stato il fatto che la mindfulness si pratica da soli: non devi correre da uno strizzacervelli gridando aiuto a tutte le ore... E infine la notizia migliore: è gratis (e per un’ebrea come me questo rappresenta metà della cura)".

L’ultima delle novità sui libri di Marzo 2017 è un romanzo storico dalle nette venature psicologiche uno dei romanzi più riusciti di Lars Gustafsson, grande narratore svedese recentemente scomparso. Ne “La ricetta del dottor Wasser” (Iperborea, dal 16 Marzo) incontriamo Kurth Wasser medico, tra i massimi esperti di disturbi del sonno e stimato dirigente, colto da una morte improvvisa. Le sue carte private però, raccontano un’altra storia: mentre il vero Wasser era morto decenni prima, la sua identità di giovane medico della DDR era stata rubata da un astuto fuggitivo. Un libro che è una riflessione sull’arte, sull’amore, sull’identità e sull’inganno, elemento quest’ultimo che gioca un ruolo importante anche nella letteratura.

Lascia un commento