Libri in uscita a Marzo 2018

Molti i libri in uscita a Marzo 2018 che allieteranno il nostro tempo libero con storie avvincenti e toccanti, capaci di stuzzicare il nostro fiuto da detective o di farci riflettere sulle tensioni profonde che animano i nostri anni.

La prima novità in libreria a Marzo che vi segnaliamo è “Manhattan beach” (Mondadori, dal 6 Marzo) di Jennifer Egan: la nota scrittrice americana giunta in Italia grazie al fiuto editoriale di Minimum Fax, ci racconta la storia di Anna Kerrigan, prima bambina impaurita dalle misteriose amicizie del padre, poi adulta coraggiosa che, all’alba della Seconda Guerra Mondiale, è di stanza ai cantieri navali di New York dove, audace e combattiva, diventerà la prima donna palombaro e accorcerà molte delle distanze che ancora separano l’universo maschile da quello femminile, sondando anche le zone d’ombra che circondano la scomparsa del genitore.

Altro volume da non perdere tra i nuovi libri in uscita a Marzo 2018 è “Un’odissea. Un padre, un figlio e un’epopea” (Einaudi, dal 6 Marzo) di Daniel Mendelsohn. L’autore è un brillante docente universitario capace di ammaliare schiere di studenti con un seminario sull’Odissea, l’idillio però sembra rompersi quando tra le matricole spunta anche il volto di suo padre, Jay Mendelsohn è un matematico e un ricercatore scientifico, ottant’anni suonati, carattere ruvido dell’uomo che si è fatto da solo e una lingua fin troppo aguzza. Davvero un inferno, Jay non riesce neanche a capire perché Ulisse debba essere considerato un eroe, poi si susseguono le lezioni e i racconti, finché arriva la proposta spiazzante del figlio: un viaggio in Grecia per ripercorrere i passi dell’uomo dal multiforme ingegno. Un memoir raffinato e struggente, capace di dare corpo e forma all’universalità dei classici.

“Omero ha una definizione per coloro che si sanno esprimere in modo tanto ammaliante: hanno parole alate. Mendelsohn ha parole alate” (The Times)

A Marzo troveremo in libreria anche un nuovo libro di Stephen King: dopo “It”, “Shining”, “Carrie” e “Le notti di Salem”, il re dell’horror che ha recentemente firmato “Sleeping Beauties”, a quattro mani con il figlio Owen, torna con “La scatola di bottoni di Gwendy” (Sperling & Kupfer, dal 20 Marzo). Una storia macabra e snervante che ha per protagonista una ragazzina bullizzata: Gwendy già inizia a meditare la vendetta contro il suo piccolo aguzzino ma i suoi progetti si infrangono di fronte alla misteriosa scatola con dei bottoni molto speciali, che un affabile sconosciuto ha portato proprio per lei.

Nuovo libro in traduzione italiana anche per Clara Sanchez alla quale - dopo “Il profumo delle foglie di limone”, “Entra nella mia vita”, “Le cose che sai di me”, “Le mille luci del mattino” e “La forza imprevedibile delle parole” - il pubblico italiano sembra essere sempre più affezionato.
Ne “L’amante silenzioso” (Garzanti, dall’08 Marzo) ci racconta una storia di intrighi e doppie verità ambientata in Africa, dove Isabel è giunta dalla Spagna, per ritrovare Ezequiel, un uomo che si è lasciato tutto alle spalle, abbagliato dal carisma un pericoloso santone, impegnato in loschi affari piuttosto che nella cura di anime bisognose di amore.

“Clara Sánchez pone il lettore davanti a una realtà dirompente che parla di amore, memoria, segreti, tradimenti, colpa, scoperta, perdono, coraggio e speranza” (Donna Moderna)

Come sempre anche ha Marzo 2018 troviamo numerose novità nello scaffale dei gialli e dei noir. La prima di queste è “Mio caro serial killer” (Sellerio, dal 15 Marzo) di Alicia Giménez-Bartlett. Una delle più acclamate gialliste spagnole - dopo “Giorni d’amore e inganno”, “Una stanza tutta per gli altri”, “Gli onori di casa” e “Uomini nudi” - torna con una nuova, attesissima avventura dell’ispettrice con più carattere e acume del giallo contemporaneo, la detective Petra Delicado che ancora una volta, si confronta con i grandi temi della morte, della follia e della solitudine.

Anche tra gli italiani ci sono sorprese alle quali gli amanti del giallo non rinunceranno facilmente nell’“Osservatore oscuro” (Giunti, dal 7 Marzo), il nuovo romanzo di Barbara Baraldi, Aurora Scalviati si troverà di fronte un nemico molto difficile da fronteggiare. Chi è quell’uomo senza nome ritrovato alla Certosa di Bologna senza documenti, con la bocca cucita, il corpo esanime flagellato da un’antica tecnica di tortura e il nome Aurora tatuato sul petto? La giovane profiler stavolta dovrà fare i conti con un avversario tutto interiore, quell’alter ego negativo che ognuno di noi si porta dentro e che talvolta alza la testa sferrando colpi molto, molto bassi.

Tra le migliori novità in libreria il prossimo mese ritroviamo anche Giorgia Lepore con “Il compimento è la pioggia” (E/O, dal 21 Marzo). Dopo “L’abitudine al sangue”, “I figli sono pezzi di cuore” e “Angelo che sei il mio custode” la scrittrice-archeologa ci accompagna in una Puglia inedita, spazzata dal vento e stordita dal freddo, dove, nella notte di San Nicola si è consumato un inquietante omicidio. Troppi giocattoli a terra, all’appello mancano dei bambini; ancora una storia di infanzia violata, con tanti ricordi da riordinare.

La storia che invece ci racconta Gioacchino Criaco ne “La maligredi” (Feltrinelli, dal 8 Marzo) lumeggia una pagina poco nota del passato italiano: un sessantotto aspromontano animato da Papula, un ragazzo che dalla Germania porta idee pericolose e sogna di cambiare il Sud. Predica la speranza di fondare un mondo nuovo e di ottenere diritti, fa capire ai poveri che hanno bocca e idee, dissemina la buona novella della rivolta tra i giovani e le donne, trasforma San Luca nel cuore pulsante della protesta operaia. Papula è la maligredi, la brama del lupo che giunto in un ovile, invece di sfamarsi con una sola pecora le sgozza tutte:

“la maligredi spacca i paesi, le famiglie, fa dei fratelli tanti Caini, è peggio del terremoto e le case che atterra non c’è mastro buono che sa ricostruirle”.

Tra libri in uscita a Marzo 2018 interessanti novità anche per gli amanti dei libri: con “Una vita da libraio” (Einaudi Stile Libero, dal 6 Marzo 2018) Shaun Bythell ci racconta la sua avventurosa vita di libraio che non si è mai mosso dalla sua sgangherata libreria nel cuore della Scozia. Tra una pentola messa lì per raccogliere l’acqua che sgocciola dal tetto, oltre centomila volumi stipati in scaffali lunghi più di un kilometro e tante battaglie, tutte perse, contro Amazon, questo libraio ci insegna che al vita può essere davvero avventurosa anche rimanendo seduti su uno sgabello:

“Stavo uscendo dalla cucina con la mia tazza di tè quando un tizio in giacca da lavoro e pantaloni di poliestere una spanna più corti del normale mi è rovinato addosso e me l’ha quasi fatta cadere. – È mai morto nessuno qui? – mi ha chiesto poi. – Nessuno ci ha ancora lasciato le penne cadendo da una scaletta? – Non ancora, – gli ho risposto, – ma speravo proprio che oggi fosse il gran giorno”.

Ultimo volume che segnaliamo tra le migliori novità in libreria dal prossimo mese è “Il metodo di Maigret e altri scritti sul giallo” (Adelphi, dal 27 febbraio) un saggio dove Leonardo Sciascia delinea le ragioni del suo apprezzamento senza riserve per un genere - il giallo - e per un autore - Georges Simenon - che nel 1961 era ancora considerato uno scrittore di serie B:

“e forse anche qualcuna delle avventure del commissario Maigret ha più diritto di sopravvivenza di quanto ne abbiano certi romanzi che, a non averli letti, si rischia di sfigurare in un caffè o in un salotto letterario (...) Maigret è l’elemento cui la realtà reagisce: una specie di elemento chimico che rivela una città, un mondo, una poetica”.

Un saggio di grande pregio, non solo per comprendere le ragioni di una passione letteraria che l’autore vuol chiarire a se stesso ma anche per saggiare una sorta di mappa, una genealogia degli autori più amati - Chesterton, Agatha Christie, Erle Stanley Gardner, Rex Stout, Simenon, Geoffrey Holiday Hall - che hanno lasciato indelebili ascendenze in personaggi come il capitano Bellodi (“Il giorno della civetta”) o il brigadiere Lagandara (“Una storia semplice”).

Lascia un commento