Libri in uscita a Settembre 2017

Molti i nomi di grandi autori italiani tra i libri in uscita a Settembre 2017, le principali case editrici del nostro Paese, dopo la pausa estiva, hanno scelto di riprendere le attività in grande stile, portando in libreria novità di autori che lasceranno il segno nella mente dei lettori.

Dopo aver affermato la peculiarità della sua voce narrativa in “Radiopirata”, “Wok”, “Voglio vivere una volta sola” e “Una specie di felicità”, Francesco Carofiglio torna con “Il maestro” (Piemme, dal 12 settembre), la storia dell’incontro tra Corrado Lazzari, una volta acclamato interprete delle tragedie shakespeariane, oggi uomo solo e caduto in disgrazia, con la giovane Alessandra.
In un palazzo dimenticato del centro della Capitale, l’uomo sembra solo attendere la sua fine, mentre riordina foto e articoli di giornali, accarezzando un passato pieno di ricordi e di amori perduti; a spezza la routine è Alessandra, timida, impacciata, ma desiderosa di apprendere i segreti del teatro. Con lei Lazzari scoprirà il valore della condivisione, del legame con l’altro e accetterà più consapevolmente la propria fine, trovando il modo per rendersi immortale.

Dopo il successo estivo de “La rete di protezione”, Andrea Camilleri è di nuovo in libreria con un libro, “Esercizi di memoria” (Rizzoli, dal 28 settembre), una raccolta di 23 storie dove il maestro siciliano racconta, con nitide istantanee, i passaggi di una vita unica. La dedizione per la scrittura, la meticolosità di un metodo di lavoro disciplinato e rigoroso, il buio della cecità e il ricorso alla memoria come fonte inesauribile che, ora, dà voce alla pagina bianca. Nessuna malinconia, nessun rimpianto, solo la leggerezza dei colori, delle forme, dei volumi, come a voler metter in scena lo spettacolo di un acrobata.

“Ogni tanto mettevo la mano in tasca e carezzavo la pietruzza colorata, il segno tangibile che una volta mi era stata concessa la grazie di intravede la Bellezza”

Di forme e colori ce ne sono molti anche in “Diavoli custodi” (Feltrinelli, dal 14 settembre) il prezioso volume che Erri De Luca ha realizzato insieme al designer Alessandro Mendini, per raccogliere un catalogo delle "mostruosità terrestri". Un libro che

“non è una terapia, non costringe allo sfratto i mostri residenti. Affronta la loro anatomia, illustrata e scritta”

Ai disegni di Mendini si affiancano i racconti di De Luca, le immagini precedono e danno vita alla narrazione, si inizia quasi per gioco, poi le parole e le forme configurano, via via, un dialogo ricco di senso, dove sfilano paure, tentazioni, ostinazioni, piccoli eroismi, atti illogici e percorsi sorprendenti, sono i mostri del nostro sentire più profondo, per i quali il libro fornisce come un serraglio dove rinchiuderli e poterli tenere a bada.

Tra i libri in uscita a Settembre vi è anche una delle voci più promettenti della nuova narrativa italiana: Peppe Fiore, con “Dimenticare” (Einaudi, dal 12 settembre), ci regala la storia di un uomo in fuga, anche da se stesso, che cerca nel bosco e nel silenzio una pace difficile da riconquistare. Daniele scappa da Fiumicino a Trecase, dal lido alla stazione sciistica che tenta di rimettere a nuovo, mentre la gente lo guarda con diffidenza. Peppe Fiore si interroga su cosa significa smarrirsi e poi ritrovarsi e racconta quella

“bestia addormentata, sempre con un occhio chiuso e l’altro aperto”.

che ognuno di noi ha dentro.

Tra le novità in libreria di grandi autori stranieri segnaliamo “La colonna di fuoco” di Ken Follett (Mondadori, dal 12 Settembre), terzo titolo della saga di Kingsbridge, dopo “I pilastri della terra” e “Mondo senza fine”.
Costretto a lasciare Kingsbridge, all’inizio del 1558, il giovane Ned Willard, vive sulla sua pelle l’acrimonia del conflitto religioso che si sta consumando in Inghilterra, fugge perché, protestante, è impossibilitato a sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città.
Incontrerà però Sir William Cecil, consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra che lo ingaggierà nel primo servizio segreto della storia inglese, chiamato a proteggere la regina protestante dagli attacchi dei tanti nemici cattolici, prima fra tutti Maria Stuarda, intenzionati ad eliminarla.
Un romanzo potente, di storia e spionaggio, dove Ken Follett mescola alla perfezione intrighi, amori, vendette e anelito alla libertà, in un libro che ha dell’epico.

Altro grande romanzo storico, in libreria a Settembre 2017 è “L’irlandese” (Einaudi, dal 19 settembre) di Jo Baker che narra l’epopea vissuta dal soldato Samuel Beckett a Parigi, durante l’assedio nazista del 1940. Prima dell’avvio delle ostilità conosciamo però tutta l’effervescenza di questa città: qui Beckett torna per quella Suzanne Dechevaux-Dumesnil che rappresenterà il suo grande amore, qui Beckett, all’ombra di Joyce, conosce Picabia e Duchamp. Poi la guerra e la Resistenza, dove gli viene affidato il ruolo di raccogliere, confrontare e nascondere i messaggi in codice dei compagni. L’Irlandese è intraprendente, riesce a sfuggire alle rappresaglie insieme all’amata Suzanne e mentre si dirigono nel Sud della Francia e tutto sembra perduto, Beckett si interroga sul significato e sul valore dell’arte in un mondo sfigurato dall’orrore della guerra e, intanto, scopre che la scrittura è per lui un bisogno molto più primario di quel che aveva immaginato.

“È come la bava delle lumache. Non si riesce a fare un passo, se non si scrive”.

E ancora grande storia troviamo in “In mare aperto” (Longanesi, dal 7 settembre) il nuovo romanzo che Clive Cussler ha scritto insieme a Justin Scott, dedicato al transatlantico britannico Mauretania, sul quale, nel 1910, viaggiano due scienziati europei artefici di una sensazionale scoperta. Durante il viaggio rischiano di essere rapiti ma Isaac Bell, intrepido capo della Van Dorn Detective Agency, riuscirà a salvarli. La scoperta dei due scienziati può davvero rivoluzionare l’economia, la cultura e forse qualcosa di ancora più importante?

Altro atteso ritorno, tra le novità in libreria a Settembre 2017 è quello di Francesca Melandri, con “Sangue misto” (Rizzoli, dal 14 settembre) una storia attualissima, di grande forza e sensibilità, pubblicata dopo “Eva dorme” e “Più alto del mare”.
Un giovane etiope, pelle nera e gambe lunghe, va incontro a Ilaria, sul pianerottolo del vecchio palazzo romano in cui vive e gli rivela una verità sconvolgente, è suo nipote; nipote anche del padre di Ilaria e della donna etiope con cui quello era stato durante l’occupazione italiana. Quante cose Ilaria deve ancora scoprire di suo padre?
Uno sguardo attento e profondissimo quello di Francesca Melandri che indaga un’Italia, ormai centro delle grandi migrazioni che, come molti di noi, rimuove i ricordi per non affrontarli.

A settembre tra le novità in libreria troviamo anche Simonetta Agnello Hornby con “Nessuno può volare” (Feltrinelli, dal 28 settembre) dove ci presenta George, al quale a quindici anni fu diagnosticata la sclerosi multipla: la madre fatica ad accettare la malattia, George, ironico e deciso, invece, racconta i tanti ostacoli di chi si muove in carrozzina e così ci offre un punto di vista diverso da cui osservare le città che abitiamo, le persone che ci circondano e noi stessi. Dice Simonetta Agnello Hornby

“Come, accanto ai colori dell’arcobaleno, lo spettro cromatico della luce ha altri colori invisibili a occhio nudo, così io vorrei che questo libro potesse aiutare i lettori a vedere lo spettro diverso in cui la nostra società si compone”.

Un nuovo caso per l’Alligatore, in “Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane” (E/O, dal 26 settembre), il nuovo libro di Massimo Carlotto dove, tra le consuete operazioni segrete della polizia, i traffici di droga e la prostituzione, troviamo un romanzo complesso, nel quale la scrittura di uno dei migliori autori italiani di noir appare decisamente superiore a quella che già avevamo apprezzato ne “L’amore del bandito”: scava nella psicologia dei personaggi, per articolare un meccanismo perfetto dove, tra ironia e umanità, ciascuno dei protagonisti si muove sul fumoso crinale che distingue il Bene dal Male.

Lascia un commento