Libri in uscita a dicembre 2014

Quali sono i libri in uscita a dicembre? Quali novità potrebbero diventare i nostri libri da leggere o regalare per questo Natale 2014? Ecco 5 nuovi titoli disponibili nelle librerie dal prossimo mese.

Se vogliamo condire il nostro Natale con la forza dei sentimenti, allora possiamo scegliere il nuovo romanzo di Alessandro Valenti, "In grazia di Dio" (Baldini & Castoldi, 3 dicembre). Dall’omonimo film di Edoardo Winspeare, la storia di una famiglia salentina raccontata attraverso quattro donne: Salvatrice, la nonna, legata alla propria terra, alla propria casa e a Dio, le due figlie, Adele, una combattente, e Maria Concetta, aspirante attrice, e la nipote Ina, adolescente ribelle. Quando l’azienda di famiglia chiude a causa della crisi, saranno loro a recuperare il senso della famiglia e di quella semplicità che dà senso alla vita.

Proseguiamo con l’"Almanacco Sellerio 2014-2015" (4 dicembre): una serie di racconti, curiosità, scritti inediti, pagine di storia o di filosofia, ricordi autobiografici, esperimenti letterari, fantasie, scoperte...accomunati da cosa? L’appartenenza a una stessa comunità editoriale. Tra i protagonisti infatti: Alicia Giménez-Bartlett, Marco Malvaldi, Andrea Molesini, Luisa Adorno, Sciascia, Camilleri. Un regalo sicuramente gradito ai fan del "giallo" di Sellerio.

A rallegrare il nostro Natale ci pensa anche Marco Presta con "L’allegria degli angoli" (Einaudi, 2 dicembre), l’epopea di un eroe del nostro tempo, Lorenzo, alla conquista di un sogno semplice, quanto impossibile: un lavoro stabile e una vita normale. Un romanzo tragicomico in cui Lorenzo messo con le spalle al muro, all’angolo, sarà protagonista di un gesto imprevisto che potrebbe inaugurare un nuovo corso della sua vita.

Da anni protagonista del palco di XFactor in qualità di giudice, Morgan, Marco Castoldi, si racconta nella sua autobiografia: "Il libro di Morgan. Io, l’amore, la musica, gli stronzi e Dio" (Einaudi, 5 dicembre):

"Io non vivo infatti, io volo. Sono sempre in alta quota, leggero, costantemente in orbita, lanciato anche a piombo talvolta, è la sensazione che ho, quella di non avere i piedi per terra, ma sono ricompensato da una buona dose di senso pratico in quello che faccio. Il mio non avere i piedi per terra non è l’avere la testa fra le nuvole, tutt’altro. Sono concreto, pratico, forse cervellotico ma pratico, e se ci penso sono anche un romantico idealista".

Nuovo libro anche per Giorgio Panariello, in libreria con "Cuori di cani" (Mondadori), in cui va in scena quel destino alla "Sliding doors", che ha caratterizzato la vita dei due fratelli Panariello: Giorgio, attore di successo, e Franco, morto nel 2011 a Viareggio a 50 anni, dopo una vita tormentata dalla tossicodipendenza. Giorgio racconta la storia vera di questi fratelli abbandonati da bambini dai genitori, un padre ignoto e una mamma bambina. Questa è la storia di Giorgio, affidato alle cure dei nonni, e di Franco, lasciato in un collegio.

Lascia un commento