Libri in uscita a maggio 2014

Cari lettori siete curiosi di conoscere i libri in uscita a maggio? Ecco alcune anticipazioni con una selezione delle principali novità editoriali del mese.

A dieci anni dalla sua morte, Longanesi pubblica "Un’idea di destino", una raccolta inedita dei diari di Tiziano Terzani, che con una straordinaria potenza riflessiva narra la sua esistenza chiedendosi: "Cosa fa della vita che abbiamo un’avventura felice?"

Maggio sarà anche un mese dedicato ad Alice Munro, Nobel letteratura 2013, in libreria con "Uscirne vivi" (Einaudi, 6 maggio): una raccolta di racconti e voci potenti, libere, caratterizzate a volte da un tormento esistenziale, altre da una lucidità imperturbabile.

Dopo "La solitudine dei numeri primi" e "Il corpo umano", Paolo Giordano torna con il suo nuovo romanzo "Il nero e l’argento" (Einaudi, 6 maggio), la storia di un amore giovane, felice, spensierato, che all’improvviso deve fare i conti con l’abbandono. L’autore racconta questa storia in tutta la sua quotidianità, nei suoi dolori, nei suoi desideri, nelle sue passioni.

Per gli amanti del thriller a maggio torna in libreria anche Anne Holt con il suo ultimo libro "Quale verità" (Einaudi, 6 maggio): durante un festeggiamento, qualche giorno prima di Natale, Hermann Stahlberg, sua moglie e suo figlio vengono raggiunti da un colpo di pistola prima ancora di portare lo champagne alle labbra. Chi è l’artefice di questa strage?

Graditissimo per i lettori sarà il ritorno dello scrittore giapponese Haruki Murakami. "L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio" (Einaudi, 20 maggio) è il suo nuovo romanzo, una riflessione sull’amicizia e la felicità. E’ atteso come uno dei suoi romanzi più profondi e complessi, poiché si sofferma sui periodi più bui nella vita delle persone.

Piergiorgio Odifreddi nel suo ultimo libro, "Sulle spalle di un gigante" (Longanesi, 8 maggio), cerca di rispondere ad una difficile domanda: chi era Isaac Newton? E lo fa, dapprima, parlando dell’uomo, del suo carattere, per poi passare allo scienziato e all’impressionante lavoro da lui compiuto nei più svariati campi del sapere ed in profonda solitudine.

Lascia un commento