“Muori con me” di Karen Sander

Per gli amanti dei thriller che lasciano senza fiato, dove mai niente è come sembra, è in libreria dal 15 aprile “Muori con me” di Karen Sander, edito da Giunti, un bestseller da 120.000 copie vendute in soli tre mesi in Germania.

Non solo sangue, non solo serial killer: la storia segue vie inaspettate e lascia che il lettore venga sommerso da dettagli, vicoli ciechi, dal passato che non lascia in pace.

Ad investigare su una serie di delitti che affliggono la città di Düsseldorf è il commissario Georg Stadler della Omicidi, un cinquantenne affascinante e dalla lunga esperienza.
Ma gli anni sulle scene dei crimini sembrano non offrire la giusta protezione per resistere alla scena che gli si presenta davanti una mattina di ottobre, in un quartiere esclusivo della città. Il puzzo e la crudeltà sono insopportabili.
Nell’appartamento le pareti, il soffitto, il pianoforte erano di un bianco candito, puro; ora, il rosso scarlatto del sangue contamina la vista, è ovunque.
Nel salotto il corpo di una donna senza vita, squartata, come mai il commissario Stadler si sarebbe aspettato. Eppure, quella scena risveglia un ricordo assopito nella memoria dell’uomo.

«Dimenticatevi CSI o Il silenzio degli innocenti, dimenticatevi
quello che avete visto in televisione o letto sui libri.

Dimenticatevi tutto ciò che credete di sapere sui serial killer.

Perché in realtà non sapete niente.
Niente di niente.»

Ad affiancare il commissario Stadler, una donna dalle indubbie capacità di deduzione, Elisabeth Montario, psicologa criminale conosciuta nel settore per aver scovato un serial killer di cui la polizia non era nemmeno a conoscenza.
Giovane, sguardo tagliente, riccioli rossi che le incorniciano il volto, coglie la richiesta di aiuto del commissario anche se già alle prese con una forte presa allo stomaco, che le suggerisce che le lettere minatorie ricevute nei giorni precedenti non sono affatto una goffa richiesta di attenzione, ma l’inizio di una sfida a cui la donna non può sottrarsi. E’ il passato che reclama a gran voce quello che è suo.

Trovami, prima che sia io a trovare te.

Gli omicidi si susseguono e i due si troveranno a combattere contro la mente malata di un serial killer senza limiti e rimorsi.

Ed ecco che fa il suo esordio in bianco e nero la coppia investigativa Stadler-Montario, già protagonista di un secondo episodio pubblicato in Germania: vendute oltre 30.000 copie in sole due settimane, ora è in fase di traduzione presso i marchi editoriali più prestigiosi, tra cui Giunti.

Il thriller di Karen Sander “Muori con me” compie il suo lavoro con estrema facilità: trasporta il lettore sulla scena del crimine, lo coinvolge nei dubbi, nelle vie senza uscita, nella paura, efferratezza e crudeltà.
Lo stile è fluido e i periodi brevi, da cronaca classica. Il ritmo è quindi veloce, senza che il lettore possa riuscire con facilità a concedersi una pausa.

Consigliato agli amanti dei thriller, “Muori con me” è capace di appassionare anche i lettori curiosi che si allontanano dal banale, che vogliono gustare la morsa spietata della storia ed opera prima di Karen Sander.


Lascia un commento