Libri in uscita a marzo 2020: le novità da non perdere

Marzo è appena iniziato e con lui un mese ricco di nuove proposte pronte ad affollare gli scaffali delle librerie. Numerosi sono i ritorni di autori molto amati, ma l’offerta complessiva è piuttosto varia, complici anche le ricorrenze che a marzo si celebrano (festa della donna in primis): scopriamo insieme quali sono i titoli in uscita da tenere d’occhio.

Libri in uscita a marzo 2020: proposte da non perdere

Per quanto riguarda gli autori italiani, da citare è il ritorno di Walter Siti, in libreria dal 10 marzo con La natura è innocente. Due vite quasi vere (Rizzoli). Con voce allo stesso tempo distaccata e partecipe, dopo un racconto durato mesi, l’autore riporta le storie di Filippo e Ruggero, un matricida e un arrampicatore sessuale.
Sicuramente da segnalare è il ritorno di Andrea Pomella, che, dopo il successo di L’uomo che trema (vincitore del Premio Napoli per la narrativa 2019) torna con I colpevoli (Einaudi, in libreria dal 17 marzo). Sempre per Einaudi, il 31 marzo torna anche Diego De Silva, con I valori che contano (avrei preferito non scoprirli); mentre per Einaudi Stile libero uscirà il 3 marzo L’inverno più nero. Un’indagine del commissario De Luca di Carlo Lucarelli.
Il Saggiatore propone invece un esordio interessante: La Dragunera di Linda Barbarino (dal 12 marzo). Tra i romanzi finalisti al premio Calvino, La Dragunera racconta di una Sicilia “ruvida e incantata”, a metà tra l’inventiva linguistica di Camilleri e il coinvolgimento emotivo di Elena Ferrante. Ambientato in Sicilia è anche il nuovo romanzo di Carola Susani, Terrapiena (minimum fax, dal 5 marzo).

Altro attesissimo ritorno è quello di Kent Haruf, che il 26 marzo tornerà in libreria con La strada di casa (NNEditore). Il libro racconta di Jack Burdette, sempre pronto a mettere in discussione convenzioni e certezze, delle sue continue fughe e dei suoi continui ritorni a Holt, città che gli sta fin troppo stretta.
Da segnalare anche i due nuovi titoli degli amatissimi Ian McEwan ed Elizabeth Strout, entrambi per Einaudi. Di McEwan, il 24 marzo uscirà Lo scarafaggio; mentre Strout tornerà con Olive, ancora lei (dal 10 marzo): la sua protagonista Olive Kitteridge, già Premio Pulitzer, farà nuovamente innamorare i lettori.
La sezione del catalogo di e/o dedicata a Muriel Barbery si rinforzerà dal 25 marzo, giorno in cui uscirà Uno strano paese; quella di Feltrinelli dedicata a Karl Ove Knausgård, dal 5 marzo, si arricchirà di un nuovo titolo: Fine.

Da segnalare invece, in tema festa della donna, l’uscita di Atlante delle donne di Joni Seager (add editore) e di Le ragazze stanno bene di Giulia Cuter e Giulia Perona (HarperCollins). L’Atlante si impegna in una ricca indagine delle condizioni attuali delle donne nel mondo, presentata al lettore tramite infografiche accuratissime; Le ragazze stanno bene ripensa il femminismo alla luce dei cambiamenti dell’universo femminile negli ultimi anni.
Di tre giovani donne parla anche il nuovo Aria di novità di Carmen Korn (Fazi, 2 marzo), che conclude la trilogia iniziata con Figlie di una nuova era e È tempo di ricominciare.

Infine, i viaggi di The Passenger (Iperborea) si arricchiscono di una nuova tappa: il 4 marzo uscirà The Passenger India. Sempre per Iperborea, il 18 marzo, esce Elise e il cane di seconda mano di Bjarne Reuter, il più importante scrittore per l’infanzia danese.

Lascia un commento